Questo sito usa i cookie. utilizziamo cookie proprietari e di terze parti per migliorare la fruizione dei nostri servizi. per saperne di più consulta la nostra politica relativa ai cookie.

BANNER TOP

Log in
Ultimo Agg.: 18 May 2019 alle 13:00

Consulta dei genitori

LEGGE PROVINCIALE 7 agosto 2006, n. 5 - REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DEI GENITORI

Premessa
Il presente regolamento si ispira ai principi generali richiamati nell’art. 29 della L.P. 7 agosto 2006 n. 5 e successiva modifica 20 giugno 2016 n° 10 e nell’art. 16 dello Statuto dell’Istituzione scolastica.

Art. 1 - Compiti
- Presso ogni istituzione scolastica e formativa è istituita la consulta dei genitori per favorire la partecipazione attiva e responsabile alla vita della scuola.
- La consulta è composta dai rappresentanti dei genitori di ciascun consiglio di classe, dai rappresentanti dei genitori nel consiglio dell'istituzione, nonché dai rappresentanti di associazioni di genitori riconosciute che ne facciano richiesta, secondo quanto disposto dallo statuto e dal regolamento interno.
- La consulta, oltre a quanto disposto dallo statuto, formula proposte ed esprime i pareri richiesti dal consiglio dell'istituzione in ordine alle attività e ai servizi da realizzare o svolti dall'istituzione medesima anche in relazione ad iniziative di formazione e di coinvolgimento dei genitori.

Art. 2 - 
Modalità di funzionamento della Consulta
- La consulta è istituita con provvedimento del dirigente dell’istituzione, che provvede anche alla convocazione della prima riunione entro un mese dalla data di costituzione. La consulta dura in carica due anni ed elegge un presidente che costituisce il referente anche per il dirigente dell’istituzione.
- La Consulta si riunisce almeno tre volte nel corso del suo mandato e delibera a maggioranza dei presenti sui punti all’ordine del giorno e discute sulle varie ed eventuali. La consulta è aperta anche ai genitori non eletti, senza diritto di voto.
- Successivamente l’assemblea viene convocata, con lettera scritta e/o per posta elettronica, con preavviso di almeno cinque giorni, dal presidente, su sua iniziativa o su richiesta di almeno un terzo dei componenti della consulta mediante atto scritto firmato dai promotori e presentato al Dirigente Scolastico. I componenti sono invitati con lettera che indichi luogo, ora e ordine del giorno della riunione; lo stesso avviso è pubblicato sul sito internet dell’Istituzione scolastica al fine di consentire l’informazione e l’eventuale partecipazione degli altri genitori. Gli atti della Consulta sono pubblicati sul sito internet dell’Istituto.

Art. 3 - Organi della consulta
Sono organi della Consulta:
• Il Presidente eletto dalla Consulta fra i propri membri
• il Vicepresidente eletto dalla Consulta fra i propri membri
• il Segretario, scelto dal presidente
• sei gruppi costituiti dai rappresentanti dei plessi
• sei coordinatori dei singoli gruppi-plesso
Il presidente e il vicepresidente rimangono in carica 2 anni purchè rieletti rappresentanti nei Consigli di Classe. In caso di dimissioni del Presidente, da inviare al Dirigente, si procede a nuove elezioni fatto salvo il caso di dimissioni presentate in corso d’anno. In tal caso è prevista la sostituzione da parte del Vicepresidente fino al termine dell’anno scolastico per poi procedere a nuove elezioni. In caso di dimissioni o decadenza del Vicepresidente si surroga con il primo dei non eletti. Le dimissioni, in tal caso, devono essere inviate al Presidente e per conoscenza al Dirigente Scolastico. Il Presidente e il Vicepresidente possono essere rieletti. I Rappresentanti di Classe che perdono i requisiti (non più rappresentanti dei genitori dell’Istituto Comprensivo) sono sostituiti da altro Rappresentante dello stesso plesso.

Art. 4 - Funzioni del presidente
- mantiene i contatti con il dirigente scolastico;
- mantiene contatti con i Presidenti delle Consulte dei genitori di altri Istituti;
- convoca la Consulta dei genitori e definisce l’ordine del giorno;
- presiede le riunioni della Consulta dei genitori e adotta tutti i necessari provvedimenti per il regolare svolgimento dei lavori e nel rispetto delle sue competenze;
- nomina il Segretario;
- esprime i pareri richiesti dal Dirigente o dagli organi dell’Istituzione;
- formula proposte di miglioramento e/o di attivazione di nuove iniziative agli organi competenti dell’Istituto.

Art. 5 - Funzioni della consulta
La Consulta svolge le funzioni specificate nell’art. 16 – comma 1 – dello Statuto dell’Istituzione
scolastica, tenendo presente anche il comma 3 bis dell'articolo 29 - Consulta dei genitori - della L.P. 7 agosto 2006 n. 5 e successiva modifica 20 giugno 2016 n° 10.

Art. 6 - Modalità di riunione dell’assemblea dei genitori
- Per ragioni particolarmente importanti la consulta ha facoltà di riunire i genitori rappresentanti di una singola scuola o convocare i genitori di un singolo plesso.
- All’assemblea può partecipare, in sostituzione di un rappresentante dei consigli di classe, un altro
genitore della stessa classe munito di delega scritta.

Art. 7 - Sede e segreteria
- Con l’accordo del dirigente scolastico, la Consulta:
a. elegge la propria sede presso l’Istituto comprensivo di Aldeno-Mattarello;
b. può utilizzare il sito internet dell’Istituto in un’apposita sezione nella quale saranno rese
disponibili tutte le informazioni utili per le famiglie, compreso il presente Regolamento, avvalendosi del supporto funzionale dell’Istituto;
c. si avvale, per la copertura delle spese di segreteria e corrispondenza, dell’operatività dell’Istituto scolastico.

Art. 8 - Riconoscimento delle associazioni dei genitori
- Il presente articolo disciplina il riconoscimento delle associazioni dei genitori secondo i criteri generali
contenuti nell’art. 27 dello Statuto.
- L’ Istituzione riconosce le associazioni dei genitori che ne facciano richiesta scritta, con l’indicazione della persona proposta come rappresentante dell’associazione. Alla domanda dovrà essere allegato il relativo statuto, l’elenco degli aderenti e la dichiarazione d’impegno a rispettare le norme dell’Istituzione.
Le richieste sono valutate dal consiglio dell’Istituzione, che concede il proprio riconoscimento qualora
riscontri la coerenza delle finalità e dei principi dell’associazione con quelli dell’Istituzione.
- Considerata la rilevanza culturale e pedagogica che le scuole materne svolgono a beneficio dei
bambini, il comitato di gestione di ogni scuola materna operante nel bacino di utenza dell’Istituto
(Aldeno, Cimone, Garniga Terme, Mattarello e Romagnano) potrà designare, ad inizio di ogni anno
scolastico, un rappresentante membro di diritto nella consulta.

Art. 9 - Verbalizzazione e pubblicità degli atti.
- Di ogni seduta viene redatto il verbale a cura del segretario; il verbale è firmato, oltre che dal segretario, anche dal presidente.
- Copia del verbale verrà pubblicata da parte della Segreteria dell’Istituto sul sito dell’Istituto nell’area genitori.

Art. 10 - Approvazione e modifica del Regolamento
Il presente regolamento è sottoposto all’esame dell’ Assemblea della Consulta dei genitori ed è approvato a maggioranza dei voti espressi. E’ pubblicato nel sito dell’istituto. Le modifiche al presente Regolamento possono essere fatte su richiesta dei membri della consulta. L’Assemblea della Consulta dovrà approvarle con l’appoggio della maggioranza dei voti.

L'organizzazione della Consulta dei genitori dell’Istituto COMPRENSIVO ALDENO-MATTARELLO nasce quindi in conformità alle disposizioni dell’art. 29 della Legge Provinciale 7 agosto 2006 e in conformità a quanto previsto dall’art. 17 dello Statuto.

Presidente e coordinatori di plesso 2016/2017

Presidente  Consulta dei Genitori Rudy Cont
Vice-presidente Pirmaria di Mattarello Barbara Calliari
Segretaria Primaria Aldeno Cinzia Coser
Coordinatore Primaria Cimone Silvia Xodo
Coordinatore Primaria Romagnano Susanna Cavagna
Coordinatore Secondaria 1° Aldeno
Coordinatore Secondaria 1° Mattarello Mirko Vaccaro

folder CONVOCAZIONI

folder VERBALI CONSULTA

folder VERBALI DI PLESSO

banner bottom6